Coinvolgere con l’educativa di strada

L'avvio di attività rivolte a giovani potenzialmente a rischio nei loro luoghi di ritrovo può portare a esiti molto positivi

skater_700x325
Denise Demurtas, Eleonora De Pangher, Matteo Pozzar (Duemilauno Agenzia Sociale) e Sabrina Fontana (unità minori e famiglia dell’ambito distrettuale del Basso Isontino) raccontano un'esperienza di educativa di strada messa in atto nella Venezia-Giulia

La tutela del minore figlio di ‘ndrangheta

L'intervento di un'équipe specializzata per accompagnare fino alla maggiore età i figli di famiglie mafiose

bambini disabili
Francesca Panuccio Dattola (Università di Messina), presenta le pratiche adottate in Calabria per allontanare i minori da contesti criminali

Gruppi di parola per «affidati» e «affidatari»

Come gli incontri tra bambini e adulti nei progetti di affidamento possono facilitare l'attuazione dei progetti 

gruppi di parola_700x325
Ileana Colzani, psicologa, Giovanna Esposito, assistente sociale, e  Costanza Marzotto, psicologa e mediatrice familiare, presentano un'esperienza realizzata dal Servizio Affidi della provincia di Lecco

Misurare i carichi di lavoro degli operatori nella tutela dei minori

La misurazione del carico di lavoro degli operatori aiuta a rilevare l'assetto emotivo dei social worker, con esiti sulla qualità degli interventi diretti ai minori 

operatore stressato_700x325
Daniele Molteni, assistente sociale, e Francesca Agostoni, psicologa, presentano uno strumento utilizzato dall'équipe Tutela Minori dell'azienda territoriale per i servizi alla persona TECUM

Tribunali per i Minorenni, una petizione

Raccolta firme contro la legge in discussione

tribunali per i minorenni
Fermare l’abolizione dei Tribunali per i Minorenni. Questo è l’obiettivo primario della petizione che sta girando sul web. Molti di coloro che lavorano nell’ambito della tutela minorile infatti si sono schierati contro l’iniziativa di riforma, che invece è considerata dai promotori come un’azione nell’interesse dei cittadini.

Tutela minori, favorire la partecipazione

A Rimini due giorni con 800 partecipanti e 60 relatori

tutela minori
Saranno due giornate (venerdì 13 e sabato 14 maggio) in cui al centro della riflessione ci sarà la tutela minori quelle che da domani a sabato andranno in scena al Palacongressi di Rimini per il Convegno Erickson “Prendiamoci cura di me”. Tanti i partecipanti da tutta Italia, con relatori che arriveranno anche dall’estero. Molti i temi all’ordine del giorno, cercando sempre di favorire una riflessione in ottica partecipativa.

Uniti per proteggere i minori

L’impegno al Convegno Erickson «Prendiamoci cura di me»

minore straniero non accompagnato
Mettere al centro i diritti di bambini e ragazzi. Ascoltare le loro esigenze. Aiutare le famiglie. Dare le giuste attenzioni. Sono alcuni dei principi che saranno ribaditi in occasione del Convegno Erickson «Prendiamoci cura di me – Pratiche e innovazioni in tutela dei minori» in programma a Rimini venerdì 13 e sabato 14 maggio. A confrontarsi con più di 60 relatori ci saranno oltre 800 partecipanti provenienti da tutta Italia. Tra gli ospiti, la ex presidente del Tribunale per i minorenni di Roma, Melita Cavallo.

La protezione del minore

Ascolto e partecipazione

protezione del minore
La responsabilità di tutelare i minori di fronte alle difficoltà suggerisce la necessità di creare riflessioni e prassi operative utili per riconoscere bambini e ragazzi come soggetti titolari di diritti. E per metterli nelle condizioni di partecipare nelle decisioni importanti ed essere ascoltati.
×