Oggi gli educatori sono acrobati

Intervista con il pedagogista Andrea Canevaro

educatori sono acrobati
Bisogna partire dalle persone per incontrare i problemi: è questo il pensiero del “padre” della pedagogia speciale italiana, Canevaro. Evitando due grandi pericoli: l’assistenzialismo e il vittimismo. Dando vita a rapporti tra persone che sappiano offrirsi e scambiarsi qualcosa. E in questi contesti gli educatori sono acrobati dell'educazione. Queste sono anche le basi di un corso – Acrobati dell’educazione – organizzato assieme al Centro Studi Erickson e che si terrà a Bassano del Grappa da aprile a settembre 2017.

In arrivo il reddito d’inclusione

Il governo pensa a una misura per le famiglie più povere

reddito d'inclusione
Un sostegno finanziario non assistenziale, che dovrà rispettare determinati criteri e che coinvolgerà nella prima fase famiglie con minori. Questa la misura alla quale sta pensando il governo, come annunciato dal ministro Martina. Facendo seguito all’appello dell’Alleanza contro la povertà.

Ventimiglia e Como, Lampedusa del Nord

Nella Giornata internazionale dei migranti l’appello di WeWorld

Lampedusa del Nord
Con la chiusura delle frontiere da parte di Francia e Austria i migranti approdati sulle coste italiane si trovano intrappolati nel nostro territorio, senza possibilità di proseguire il viaggio verso altri paesi europei. A farne le spese sono soprattutto le città di frontiera, come Ventimiglia e Como, che si trovano a dover gestire i continui flussi di migranti che transitano da quei territori e vi si fermano temporaneamente.

Rischio povertà ed esclusione sociale

In Italia il 28,7% della popolazione vive questa situazione

rischio povertà
Il Rapporto Istat sulle condizioni di vita e reddito fotografa una situazione non molto diversa dall’anno precedente. Il Mezzogiorno è l’area più esposta al rischio povertà, così come le persone che vivono in famiglie con cinque o più componenti.

Un SOStegno per le donne vittime di violenza

Il modello è stato sperimentato in tre ospedali italiani

SOStegno
Approccio gender sensitive, operatrici specializzare antiviolenza, formazione del persone ospedaliero, fare rete, monitoraggio costante. Sono questi i punti basi del Modello sperimentato da WeWorld per favorire l’accoglienza nei pronto soccorso di donne che hanno subito abusi.

Diseguaglianza e povertà di genere

Uno studio effettuato in Nepal

povertà di genere
Fattori strutturali, come la casta e l’etnia, possono impattare sulla partecipazione ai gruppi di donne, sia gruppi di auto-aiuto che gruppi di microcredito. Un modo per implementare e indirizzare lo sviluppo di politiche adeguate.

Violenza domestica sulle donne

Un’indagine in Bangladesh

violenza domestica
La ricerca mostra che le donne hanno la capacità di prendere il controllo del proprio corpo in termini di processo decisionale e gli operatori sociali, in questo ambito, possono far emergere i punti di forza, aiutando le donne a sviluppare progetti che le aiutino a tutelarsi in situazioni critiche.

Integrazione lavorativa e sociale

Un progetto per persone a rischio di esclusione sociale

integrazione
Un numero sempre più alto di progetti sta prendendo piede in Polonia nei centri di assistenza sociale per dare un’opportunità di miglioramento delle condizioni di vita a molte persone disoccupate.

Servizio sociale e contrasto alla povertà

Quale ruolo con minori e famiglie?

povertà di genere
La struttura dei welfare state in Europa è attualmente improntata sul paradigma del cosiddetto “social investment” e gli aspetti genitoriali non sono più considerati un “affare privato”, bensì una preoccupazione pubblica. Il lavoro del servizio sociale con le famiglie in difficoltà economica sarebbe più efficace se cercasse di approfondire e comprendere le complessità della vita del nucleo familiare insieme ai genitori stessi e, perché no, insieme ai loro figli.

Migranti irregolari e diritto alla salute

Le questioni politiche dietro all’assistenza negata

Lampedusa del Nord
Il tema dei migranti irregolari è da tempo all’attenzione dei governi europei. Sono molti e complessi gli aspetti che si devono tenere in considerazione quando si affronta l’arrivo di persone e famiglie troppo spesso costrette a scappare da guerre e disperazione. E il diritto alla salute è tra gli aspetti più delicati.
×