Gioco d’azzardo, basta pubblicità

Una misura doverosa che arriva in ritardo

gioco d'azzardo
L’Italia, negli ultimi anni, è stata colpita da uno tsunami di gioco d’azzardo, con il suo lascito di costi e sofferenze. Adesso arriva il divieto per la pubblicità: una misura giusta e importante – spiega l’esperto Mauro Croce - per segnalare come dietro una facile vincita vi siano molte sofferenze. Non è il caso di incentivare una pratica che può condurre ad autentici casi di dipendenza patologica.

Aiutare figli di genitori con problemi di salute mentale

L'idea: cinque eventi in cinque città italiane

genitori problemi salute mentale
Solitudine, senso di colpa, paura, rabbia, tristezza:  sono questi i sentimenti che possono vivere i figli di genitori con problemi di salute mentale, se non c'è  una forte rete sociale di protezione. Specialmente quando i figli sono minori e il loro genitore non è in cura per il suo disturbo. Nasce in Italia una prima associazione che vuole sensibilizzare e informare.

Cosa ci resta dell’eredità di Basaglia?

Quarant’anni dopo la prima legge che ha sancito la chiusura dei manicomi

basaglia
Un’eredità importante, quella di Basaglia. Che a volte tradiamo quando – riflette Fabio Folgheraiter, docente di Metodologia del Lavoro Sociale all’Università Cattolica di Milano - «rispondiamo alle esigenze dei pazienti e delle famiglie con la apparente scorciatoia della “reclusione” e del controllo, quando cioè neghiamo il valore della cura territoriale e cerchiamo di ricreare in piccolo dei manicomi nelle strutture residenziali».

Insieme per migliorare i servizi di salute mentale

Una rete di utenti, familiari, caregiver, associazioni

giornata mondiale social work
L’esperienza del movimento irlandese “Critical Voices Network Ireland” in questo ambito è molto interessante. Ciò che unisce i membri di questa rete è il comune intento di contrastare le pratiche di cura oppressive e l’eccessiva medicalizzazione in ambito psichiatrico nonché di promuovere la partecipazione alle scelte trattamentali e alla costruzione del progetto di cura da parte dei diretti interessati.

«Così convivo con la malattia mentale»

La storia di Tabitha e il recovery come un viaggio

malattia mentale
Speranza, ricostruzione d’identità, ridare significato alla vita, assumersi la responsabilità della ripresa. Sono questi i passaggi più importanti del recovery. Passaggi che Tabitha racconta in una serie di interviste. Trovando consapevolezza rispetto al suo percorso. Anche grazie al contributo degli altri.

Arte contro lo stigma

La promozione di una cittadinanza empatica

arte
L’arte può produrre beneficio sia per chi la produce, che per chi la riceve. Con questo presupposto è stato lanciato a Hong Kong il progetto “Community Arts”, per favorire lo scambio tra cittadini e persone che vivono la malattia mentale.

Salute mentale, fiducia e speranza contro il pregiudizio

Il 10 ottobre si celebra la Giornata Mondiale

genitori affidatari
Il disagio psichico è un problema che riguarda molte persone e sempre più giovani. Per sensibilizzare sull’argomento sono molte le iniziative in programma per la Giornata Mondiale della Salute Mentale promossa dall’OMS. E a Trento verrà presentata una proposta di legge nazionale che in primavera approderà in Parlamento.
×