Perché trattiamo gli anziani fragili come bambini?

Evitare atteggiamenti sbagliati con le persone con demenza

anziani fragili
Non lo facciamo mai con cattiveria, ma spesso ci capita di sgridare, parlare di loro come se non ci fossero, non rispondere perché tanto non capiscono, non avvisare… Nella quotidianità sono molti i modi poco gentili che “ci scappano” con le persone anziane con demenza, ma che possono ferire e fare male. Per evitarle sono importanti attenzione e rispetto.

Condividere le emozioni con le persone anziane disorientate

Accettare e accogliere, senza cercare di cambiarle

anziani fragili
Chiedere a qualcuno di cambiare un comportamento, che riteniamo non adeguato, ha un senso se ci sono le competenze cognitive per farlo. Negli anziani disorientati spesso non è così. Certo, accettare certi atteggiamenti non è semplice. Però stare con la persona almeno sul piano emozionale è possibile. Perché le emozioni che vive sono autentiche.

Diagnosi di demenza ed esperienza di cura

Come la comprensione della diagnosi incide sulla qualità delle cure e delle relazioni.

quartiere
Se da un lato è riconosciuta l’importanza della diagnosi di demenza per la persona che ne è affetta e per i familiari, nella pratica differenti studi dimostrano come le persone e le famiglie spesso non riescano a dare un senso alla loro esperienza e ai loro vissuti, anche perchè vi è ancora poca chiarezza rispetto ad un’effettiva condivisione della diagnosi e delle informazioni ad essa collegate. Uno studio qualitativo pubblicato da  Dementia, The international journal of social research and practice, ha posto l’attenzione sui caregivers di persone con demenza e sulle modalità con cui  comprendono e danno un senso alla diagnosi relativa al loro familiare.

La poesia negli anziani disorientati

Accettare ciò che la persona sta vivendo, al di là della realtà

poesia anziani
Quando le competenze cognitive cominciano a declinare in maniera significativa, gli anziani confusi si esprimono in molti modi differenti. La relazione permane, è il linguaggio che cambia: mutacismo, insalata di parole, ripetitività, ci sono le espressioni che ci lasciano stupiti per coerenza e c’è anche una modalità che possiamo definire poetica. Di quest’ultima è incredibile la forza emotiva che possiede.

Storie di vita e persone affette da demenza.

Come utilizzare e implementare questo strumento nella quotidianità del lavoro di cura

amicizia demenza
Una ricerca di presentata sulla rivista Dementia, The international journal of social research and practice, ha posto l’attenzione sull’utilizzo della storia di vita come strumento per gli operatori che lavorano all’interno di strutture residenziali per anziani e che nello specifico si relazionano con persone affette da demenza. Lo scopo dello studio qualitativo, basato sulla Grounded Theory e condotto in Germania all’interno di sette strutture residenziali, è stato di indagare le conoscenze degli operatori rispetto questo strumento, le loro opinioni e l’utilizzo che ne fanno durante il loro lavoro con gli anziani.

Il ritmo lento della comunicazione con gli anziani

Evitare gli “errori buoni”, lasciando spazio all’altro

ritmo lento anziani
Non tutti abbiamo lo stesso ritmo nella comunicazione. A volte siamo costretti a comunicare in maniera super veloce. A volte, le persone anziane, comunicano più lentamente. Lentezza e saggezza possono andare di pari passo. Per gli anziani con demenza a volte ci possono essere dei blocchi nella comunicazione. Com’è successo ad Anna, che poi però ha trovato le parole… Con il suo ritmo…

Quando il caregiver è il partner

Quanto conta il supporto sociale e il senso di coerenza per i coniugi di persone con demenza?

demenza
Numerosi studi dimostrano come spesso il principale caregiver di una persona affetta da demenza sia un familiare e, nello specifico, il coniuge. Uno studio norvegese, pubblicato sulla rivista Dementia, The international journal of social research and practice, ha posto l’attenzione sul ruolo dei caregiver familiari con lo scopo di comprendere eventuali relazioni tra le fatiche percepite nei compiti di cura altri elementi legati alla quotidianità di queste persone, in particolare il supporto sociale e il senso di coerenza.

La fatica di essere caregiver

Come bilanciare i bisogni di chi assiste e di chi è assistito

caregivers
In che modo la motivazione, le dinamiche di relazione e il senso del prendersi cura influenzano l’esperienza di caregiving di un familiare che assiste il proprio caro affetto da demenza? Una ricerca inglese, pubblicata sulla rivista Dementia, The international journal of social research and practice, ha analizzato questi aspetti intervistando 12 caregivers familiari.

Lavoro di comunità con donne anziane

Un progetto che permette di abbattere l’isolamento e favorire connessioni

donne anziane
Tre ricercatrici australiane in un articolo pubblicato sulla rivista Gerontological Social Work hanno voluto porre l’attenzione nei confronti delle donne anziane che vivono in autonomia nel loro quartiere. Hanno messo in luce le potenzialità che ha il lavoro di comunità con le anziane, perché permette loro di vivere in comunità attive che le sostengono.

Efficacia della Terapia della Bambola

In persone affette da demenza che vivono in Casa per Anziani

terapia della bambola
Molte persone affette da demenza presentano una serie di comportamenti disturbanti, fra i quali agitazione, ansia, vagabondaggio e aggressività, che generano malessere alle persone stesse e a chi se ne prende cura. L’ampio uso di psicofarmaci per farvi fronte è tuttavia molto discusso. Le linee guida dell’International Psychogeriatric Association per il trattamento dei disturbi del comportamento in soggetti affetti da demenza raccomandano l’utilizzo di interventi non farmacologici in combinazione a farmaci che tengano in considerazione la storia della persona, i suoi interessi e le sue capacità. La Terapia della Bambola come intervento di tipo non farmacologico con persone affette da demenza in fase avanzata è in linea con tali indicazioni e i benefici che derivano dal suo utilizzo riguardano tutte le sfere di vita della persona.
×