Prevenire il suicidio è possibile

L'importanza di azioni di ascolto, sostegno e sensibilizzazione

prevenire-suicidio
I dati di questo fenomeno non sono facili da valutare. Ma non può restare un tabù. Ecco perché è importante parlarne. Intanto nei territori vengono promosse linee telefoniche per chi ha bisogno di sostegno e conforto. Come in Trentino. Dove si cercano volontari da formare.

I 5 principi per dare voce a bambini e ragazzi

La figura del portavoce nella tutela dei minori

portavoce-minore
Ascolto, sostegno, responsabilità, partecipazione, coinvolgimento. Sono aspetti che non vanno mai tralasciati quando si decide il futuro di un minore. Affinché il suo punto di vista venga preso seriamente in considerazione.

La tutela dei minori

Aumenta la sensibilità, ma restano violenze e abusi

minore straniero non accompagnato
Il tema è delicato. E coinvolge spesso i professionisti del sociale. Per questo il Centro Studi Erickson di Trento ha lanciato un Master in tutela dei Minori al via a fine gennaio 2015 e che durerà fino a giugno 2016. Un percorso completo e all'avanguardia per fornire strumenti concreti ed efficaci a chi lavora in questo ambito.

Le 4 fasi della demenza

Gli studi di Naomi Feil, che ha elaborato il Metodo Validation

intimità
Pensieri distorti. Deliri. Confusione temporale. Perdita di controllo. Non è facile rapportarsi con gli anziani affetti da demenza. Ecco le 4 fasi della malattia - dall'origine allo sviluppo - e alcuni suggerimenti su come impostare la relazione: dall'ascolto alle tecniche non verbali.

Conferenza mondiale del Lavoro Sociale

A Melbourne per rappresentare l’Italia c’erano Maria Luisa Raineri ed Elena Cabiati dell’Università Cattolica di Milano

conferenza-mondiale-lavoro-sociale
Oltre tremila social worker provenienti da 71 Paesi si sono dati appuntamento a Melbourne, dal 9 al 12 luglio scorso, per confrontarsi sulle nuove sfide del lavoro sociale in occasione della «Joint World Conference on Social Work, Education and Social Development 2014», la conferenza mondiale che si tiene ogni due anni e che nel 2016 si svolgerà a Seul, in Corea del Sud.

Oltre l’alcol nel nome di Hudolin

A Zagabria si è tenuto un convegno internazionale per i 50 anni dei Club legati all’approccio ecologico sociale

alcol
«Quella di Vladimir Hudolin è una lezione ancora attuale, perché il suo metodo, nei suoi valori fondamentali di accoglienza e solidarietà, è applicabile in modo universale dall’Italia al Congo, dal Brasile allo Sri Lanka». Non ha dubbi Aniello Baselice, presidente dell’AICAT (Associazione Italiana dei Club Alcologici Territoriali), al termine del convegno internazionale che si è svolto a Zagabria dal 27 al 29 giugno per i 50 anni di attività dei Club Alcologici Territoriali, organizzato dal Centro clinico ospedaliero «Sestre Milosrdnice» di Zagabria, dalla Scuola di alcologia e psichiatria ecologica, dall’associazione croata per l’alcolismo e dei Club degli alcolisti in trattamento, dall’AICAT e dalla WACAT.

W gli sposi!

Il 6 luglio scorso Mauro e Marta si sono sposati!

w gli sposi
La storia di Mauro e Marta, due persone con la sindrome di Down, tra le prime in Italia ad essere arrivate al matrimonio
×