La questione del potere. Tra operatori sociali e genitori in difficoltà

Eric R. Hardiman, Katharine Briar-Lawson, Kinmerly Bundy-Fazioli

Nell’ambito della tutela minorile, il rapporto tra operatori sociali e genitori è inevitabilmente complicato dal mandato di controllo. Quale spazio c’è per l’empowerment, la collaborazione, la valorizzazione dei punti di forza delle famiglie? La ricerca qualitativa presentata in questo articolo esamina il tema del potere nella relazione professionale con genitori presi in carico dai servizi per maltrattamento e/o trascuratezza dei figli. L’analisi si incentra su tre questioni principali: le sensazioni di impotenza dei genitori e degli operatori, le loro capacità di esercitare il potere nella relazione e la loro idea di come il potere dovrebbe essere distribuito. Le testimonianze degli intervistati vengono esaminate partendo da tre diverse concezioni del potere gerarchico, negoziato e condiviso per sondare quale sia più produttiva, oltre che applicabile, in tale delicato contesto.


Full text (PDF)

×