Politiche per l’occupabilità e atteggiamenti dei giovani disoccupati. Capacità di lavorare e flessibilità del mercato del lavoro

Sean Worth

Nelle politiche per l’occupabilità e l’inclusione sociale, rivestono un ruolo centrale gli interventi volti a favorire modalità di impiego e di formazione elastiche. I programmi di inserimento lavorativo cercano di promuovere l’acquisizione di maggiori competenze individuali per gestire la flessibilità occupazionale coniugandola con ragionevoli margini di sicurezza. Tuttavia, poco si conosce in merito alle opinioni dei disoccupati su questi temi. Questo articolo presenta i risultati di una ricerca qualitativa riguardante alcuni giovani che non stanno né lavorando, né frequentando corsi di formazione. Dai dati risulta una scarsa disponibilità ad accettare impieghi atipici (temporanei o part-time), legata fra l’altro ai rigidi criteri di accesso previsti per i sussidi economici assistenziali.


Full text (PDF)

×