Lavoro sociale relazionale

Fabio Folgheraiter

Il Lavoro sociale relazionale (Folgheraiter, 2004; 2007; 2011) è un nuovo pensiero per la pratica professionale che armonizza questi due contraddittori ordini di evidenze. Tra le tante possibili cause dell’attuale crisi, il paradigma relazionale punta il dito in profondità, su quella sorta di «vizio occulto» che si è progressivamente impresso nell’inconscio collettivo — come direbbe Jung — di questa pratica professionale: un tendenziale tecnicismo. Come molti altri professionisti del welfare, anche gli operatori sociali sono stati indotti a sovrastimare il potere delle conoscenze scientifiche, e poi delle procedure oggettive, nella produzione (o riparazione) del benessere sociale, trascurando altre formidabili logiche di cura che sono sempre esistite e che si sono fortunatamente conservate sotto le strutture, e perfino sotto le macerie, della modernizzazione.
Il paradigma relazionale, tuttavia,formula questa critica con cautela: il ruolo del potere scientifico viene ripensato ma non rigettato, poiché è solo grazie a una rigorosa riflessione scientifica che i limiti del tecno-scientismo positivistico nelle professioni umane sono stati messi a fuoco. […]


Full text (PDF)

×