Raccontare il mostro. Auto/mutuo aiuto e abusi subiti in passato

Bruna Zocca, Cristina Ferraccioli, Maria Grazia Rodella

Sono invece rari i gruppi che si rivolgono alle donne che hanno subito un abuso sessuale durante l’infanzia e l’adolescenza. Uno dei pochi esempi è l’esperienza iniziata nel 2001 a Milano e descritta da Fidanza, Fontana, Molinari e Cirri (2005). Il gruppo di auto/mutuo aiuto è costituito da donne che condividono il medesimo problema e si incontrano per confrontarsi e sostenersi reciprocamente. Non è un gruppo terapeutico, non è a tempo definito ed è costantemente aperto a nuovi inserimenti. Il gruppo è pensato come una risorsa per le donne, per non sentirsi più sole, uscire dal silenzio, affrontare la propria sofferenza e condividere il dolore. Nel gruppo ogni donna scopre di non essere la sola ad aver vissuto la violenza e ha la possibilità di condividere la propria esperienza con le altre in un clima di fiducia e accettazione incondizionata, in uno spazio di confronto libero dal giudizio dove diviene possibile imparare a gestire il proprio disagio. Abbiamo quindi pensato di attivare un gruppo di auto/mutuo aiuto all’interno del Centro «Il Faro», in modo da offrire uno spazio di incontro e condivisione alle donne che hanno subito abuso sessuale in età minore. […]


Full text (PDF)

×