Felici del proprio lavoro. Quali fattori influenzano il benessere degli operatori sociali

John R. Graham, Michael L. Schier

Gli operatori sociali si trovano spesso in situazioni di malessere lavorativo: basti pensare al pericoloso fenomeno del burnout, al turnover, agli alti livelli di stress. In un’ottica di prevenzione, può essere utile, anziché concentrarsi sul «malessere», analizzare le esperienze degli operatori che «stanno bene». Questo è proprio l’obiettivo della ricerca presentata qui, che ha coinvolto 13 operatori sociali, selezionati a partire da una ricerca precedente, in cui avevano mostrato alti livelli di benessere. Dalle interviste emergono diversi fattori che influenzano il benessere, ad esempio la possibilità di cimentarsi nelle diverse funzioni e abilità legate alla professione; la capacità di riconoscere i limiti del proprio lavoro, ecc. L’articolo fornisce spunti importanti non solo per l’organizzazione dei servizi in cui gli operatori lavorano, ma anche per i contenuti della formazione.


Full text (PDF)

×